ATTIVITÀ SOCIALI

IMPEGNO UMANITARIO E SOCIALE

L’UII difende il dharma e i diritti umani, promuovendo la dignità e rispetto in diversi ambiti. Promuove progetti all’interno delle carceri, degli ospedali e delle case di riposo, offre sostegno alle famiglie in difficoltà e sostiene il contrasto alle agromafie e al caporalato.
L’UII favorisce inoltre il processo di integrazione dando voce a coloro che, giungendo da paesi lontani, trovano difficoltà nell’adattarsi alla realtà italiana. Interviene aiutando ad affrontare
problemi contingenti come quelli del lavoro, della lingua, della comprensione delle normative e della cultura italiana.

ALCUNI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE SOSTENUTI GRAZIE AI FONDI DELL’OTTO PER MILLE:

COLTIVARE L’ORTO NELLE CARCERI

Il progetto di agroecologia promuove un percorso di formazione agricola di base, destinato a soggetti trattenuti, finalizzato all’acquisizione di competenze specifiche professionali, spendibili allorquando rientrati nella società libera.
Il progetto intende stimolare la presa in carico di sé, le capacità di autogoverno e di cooperazione, principi fondamentali per una piena risocializzazione.

NO ALLE AGROMAFIE E AL CAPORALATO

Un contributo finanziario alla Coldiretti e all’Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare per la lotta alle agro-mafie. Un business illegale da almeno 16 miliardi di euro. Questo Dono, espressione di una riflessione maturata nell’UII anche grazie all‘apporto delle comunità di induisti immigrati, intende dare un contribuito per l‘avvio di un‘attività di studio e monitoraggio su agro-mafie e caporalato, per favorire un rinnovamento nel mondo agricolo improntato sull‘etica e sulla giustizia, anche a tutela delle comunità di indiani e induisti presenti in Italia e largamente impiegati nel settore lattiero-caseario.

BANCO ALIMENTARE

L’Unione Induista Italiana ha sostenuto il banco alimentare e fornito derrate alimentari destinate agli snodi preposti alla distribuzione del cibo tra le famiglie in difficoltà, in collaborazione con la Città di Torino.

SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ

Attraverso il progetto “Un aiuto per la spesa” con concretezza e tempestività è stata data una risposta ai bisogni primari di chi era in difficoltà, in un importante progetto di solidarietà e sostegno.

.

AIUTARE CON UN SORRISO

L’Unione Induista Italiana ha sostenuto l’associazione Ricoclaun che porta un sorriso negli ospedali e nelle case di riposo; i volontari regalano il proprio tempo ad anziani e malati, consapevoli che “Ciò che si conquista con un sorriso, rimane per sempre”. Un sorriso regalato può migliorare relazioni complesse e portare unione, al di là delle diverse ideologie e religioni, creando la cultura dell’incontro, che è alla base della pace.

PAROLE NELLE CARCERI

Incontro con i detenuti, i loro bambini e le loro famiglie per la presentazione del libro “Il sogno di Cora” con la partecipazione dell’autrice Emanuela Nava, per sensibilizzare su argomenti importanti per la crescita dei bambini e ragazzi, come la relazione affettiva tra genitori e figli nel caso di esperienze dolorose quali la detenzione in carcere..

SALVARE LA VITA CON TEMPESTIVITÀ

L’Unione Induista Italiana ha donato defibrillatori e organizzato corsi di formazione, a partire dai templi, luoghi di aggregazione delle comunità immigrate. Un progetto per favorire l’integrazione e formare alla sicurezza di fronte a situazioni di emergenza.

DUE OCCHI PER CHI NON VEDE

L’Unione Induista Italiana ha sostenuto il servizio Cani Guida dei Lions e ausili per la mobilità dei non vedenti Onlus.
Per chi ha gravi handicap come la cecità, ritrovare una certa autonomia è possibile, attraverso l’aiuto dei cani guida, instaurando un meraviglioso rapporto con cani specificamente addestrati.
.

SUPERARE LA DISABILITÀ

Quando i gesti apparentemente più semplici diventano una dura conquista, come per chi soffre di disabilità visive gravi, il dono di uno strumento portatile con sintesi vocale ha permesso di ritrovare il piacere della lettura, non solo un’espressione di amore per la cultura, ma anche necessità primaria.

ATTIVI IN MYAMMAR

L’Unione Induista Italiana, tramite l’associazione torinese MedAcross, ha donate visite mediche e medicinali gratuiti per oltre 100 famiglie, in un villaggio rurale distante 70 km dal primo ospedale, dove anche l’accesso all’acqua potabile è difficoltoso e le famiglie sono costantemente impegnate nelle piantagioni. .

PRESERVARE TRADIZIONI MILLENARIE

Per non perdere la cultura millenaria di cui la danza è espressione, è stata sostenuta la fondazione di una scuola di danza in un villaggio nella zona rurale di Belgaum, Karnataka. L’arte e la cultura, fondamentali per le nuove generazioni, ci offrono un tipo di nutrimento che ci sostiene e ci viene in soccorso più che mai in tempi di paura e incertezza.

EVENTI

1 Maggio 2016 - 31 Dicembre 2016  • Sociale

WE CARE ! - Progetto giovani per la cura delle città

L'Unione Induista Italiana - Sanatana Dharma Samgha presenta un progetto a carattere sociale per ripulire...
12 Dicembre 2015  • Sociale

SABATO 12 DICEMBRE 2015 - UN GESTO PER PINKY

Erano lì, i suoi fratelli in quella piazza del piccolo comune di Dello dove la...
15 Marzo 2012  • Sociale

Le varie forme religiose riconciliate attorno alla persona del malato

Tavola rotonda “Le varie forme religiose riconciliate attorno alla persona del malato” Policlinico Universitario “A....
27 Settembre 2011  • Sociale

Dono, credo - donazioni di organi e religioni a confronto

Intervento di Svamini Hamsananda Giri (monaca induista) rappresentante dell'Unione Induista Italiana-sanatana dharma samgha - 27...
14 Giugno 2011 - 17 Giugno 2011  • Sociale

L’accoglienza delle differenze e specificità culturali e religiose nelle strutture sanitarie ospedaliere

Realizzazione dell'opuscolo: L’accoglienza delle differenze e specificità culturali e religiose nelle strutture sanitarie ospedaliere e...
2 Marzo 2011  • Sociale

Le Religioni Unite a difesa della Vita

Pubblicazione dell'articolo L’OSPEDALE "croceiva dell'umanità" - intervista a Svamini Hamsananda Giri (monaca induista) rappresentante dell'Unione...
29 Settembre 2010  • Sociale

Convegno “La cura dello spirito. L’assistenza religiosa in ospedale”

nella sezione “L’assistenza spirituale ai malati nelle grandi religioni” organizzato dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria San Giovanni Battista...
2 Ottobre 2008  • Sociale

"Gandy day" Giornata mondiale della non violenza

Si è svolta presso la Sala Viglione a Palazzo Lascalis, in occasione della Giornata Mondiale...
5 Marzo 2008  • Sociale

Progetto di assistenza ai malati realizzato dai rappresentanti del Comitato Interfedi e medici dell'ospedale Molinette

Partecipazione do svamini Hamsananda Giri vice presidente dell'Unione Induista Italiana, alla presentazione ufficiale del progetto...
1 2