Doniamo ora!
27 Marzo 2020
Shri Adi Shankaracharyaji
28 Aprile 2020
Show all

Iniziative solidali per emergenza Covid 19

 
L’Unione Induista Italiana – Sanatana Dharma Samgha (UII), cerca di contribuire attivamente al bene comune, seppure nei limiti delle proprie possibilità e disponibilità, essendo una minoranza religiosa rispetto ad altre.
Un contributo che non tralascia l’impegno all’assistenza verso le nostre comunità, le famiglie disagiate, nonché, per quanto possibile, a tutti coloro che soffrono per indigenza, per i più deboli e trascurati, indipendentemente dal credo religioso, genere o provenienza.
Crediamo inoltre importante sottolineare l’importanza del sostegno ai templi in quanto svolgono un ruolo non solamente religioso in senso stretto bensì anche culturale, sociale e assistenziale. I templi, infatti, non sono luoghi privati bensì punti nevralgici che creano rete tra la comunità e il territorio circostante e si fanno portavoce delle necessità e delle eventuali difficoltà vissute dalle famiglie.
A livello nazionale, l’Unione Induista Italiana, per sostenere questa lotta, ha destinato parte dei fondi dell’8xmille a sostegno della Regione Lombardia; alla Protezione civile; alla Croce rossa di Susa e di Ceriale. Ha inoltre promosso una campagna di raccolta fondi con assegnazione diretta ai destinatari in prima linea nel fronteggiare la crisi.
Ha donato derrate alimentari al Banco Alimentare, e fornito buoni pasto per le famiglie più disagiate delle comunità su tutto il territorio nazionale.
Come Unione Induista Italiana di Brescia e provincia, nonostante il difficile momento che stanno passando le famiglie, senza più lavoro e con il tempio chiuso, nelle settimane passate è stata avviata una raccolta fondi all’interno della comunità devoluta poi all’ospedale civile “Spedali civili di Brescia” come atto concreto di aiuto e di integrazione. A questa raccolta è stato aggiunto un contributo dai fondi 8xmille UII.
La comunità induista di Montevarchi ha fatto una donazione alla Protezione civile.
A Torino, l’UII ha promosso una raccolta fondi tra i devoti integrata parzialmente con i fondi 8xmille e destinata alla Protezione civile di Torino.
Ha inoltre fornito derrate alimentari destinate agli snodi preposti alla distribuzione del cibo tra le famiglie in difficoltà, in collaborazione con la Città di Torino.
A queste forme di sostegno economico si affianca l’opera di alcuni volontari che si sono offerti di portare il cibo ai senzatetto. Altri volontari si sono offerti inoltre di portare la spesa a persone anziane e indigenti nei comuni vicino Torino.
Sia a livello nazionale sia regionale, l’UII fornisce un servizio di consulenza spirituale telefonico svolto da volontari e ministri di culto. A questo tipo di aiuto ne affianca uno di tipo più strettamente pratico, teso a favorire, quanto più possibile, la diffusione di informazioni corrette sulle procedure da seguire allo stato attuale, provvedendo in taluni casi alla traduzione nelle lingue proprie delle comunità indiane.
A questi piccoli, ma confidiamo grandi, segnali di solidarietà ve n’è uno in particolare al quale intendiamo tributare una rilevanza non secondaria: la preghiera.
Riteniamo, infatti, che in questi momenti ancora più che in altri la religione, le religioni debbano svolgere un ruolo di sostegno spirituale, morale ed etico che non resti confinato alla sfera intima e privata, ma riacquisti il vigore e la capacità di lenire la sofferenza, il dramma e la criticità del momento attuale con un radicale cambio di paradigma. Le religioni hanno una ricchezza troppo spesso ignorata, se non addirittura snobbata, di essere portatrici di valori.
Senza negare dunque la necessità degli aiuti materiali e di prima necessità, riteniamo che il sostegno della preghiera sia fondamentale.
Per tale ragione, ha promosso la campagna #Iopregoacasa sulla scia della vigente #iorestoacasa.
Mai più che ora sentiamo vivo nei nostri cuori l’insegnamento delle Scritture induiste: “L’intero mondo non è che una sola Famiglia”.